Dopo un po’ tutti i capi bianchi perdono il proprio aspetto e diventano grigiastri o giallastri. Ma non è una scusa per buttarli via o usarli come stracci. Con qualche trucco puoi facilmente sbiancarli per farli sembrare come fossero appena usciti dalla tintoria. Dai ai tuoi vestiti una seconda vita!

Il primo metodo consigliato da Marina Zhukova è adatto a qualsiasi capo bianco: camicie, asciugamani da cucina, tulle, ecc., ma con un esempio mostra come affrontare lo sporco sugli indumenti consumati per bambini.

Metodo n.1

Cosa ti serve:

  • 3 cucchiai di detersivo per il lavaggio a mano;
  • 2 cucchiai di smacchiatore;
  • 1 cucchiaio di bicarbonato di sodio;
  • 2 cucchiai di olio di girasole;
  • 5 l di acqua bollente.

Processo di lavaggio

1. Versare tutti gli ingredienti in una pentola smaltata, riempiendola con acqua calda.

2. Preparare i capi per il lavaggio.

3. Mettere la pentola con i vestiti a fuoco lento e far bollire l’acqua per 10 minuti.

4. Quindi spegnere i fornelli, non buttare l’acqua, lasciare per 8 ore.

5. Dopodiché mettere i capi in lavatrice e risciacquarli in modalità normale.

Il bucato che neanche il detersivo più costoso è in grado di sbiancare, diventa bianco. E tutto grazie al bicarbonato di sodio e all’olio di girasole.

Puoi vedere il risultato nel video.

Per chi non ha tempo: puoi anche non portare l’acqua a ebollizione, ma versa dell’acqua calda nella bacinella coi capi, coprila e lascia che si raffreddi. Anche in questo caso, il risultato sarà niente male.

Metodo n. 2

Il seguente metodo è adatto per il lavaggio di biancheria intima e tessuti naturali.

Cosa ti serve:

  • 10 l di acqua a temperatura ambiente;
  • 2-3 cucchiai di soluzione al 3% di acqua ossigenata.

Processo di lavaggio:

  1. Versare nella bacinella l’acqua a temperatura ambiente.
  2. Sciogliere il perossido di idrogeno in acqua e mescolare.
  3. Immergere la biancheria intima in acqua per 1 ora.
  4. Lavare il bucato come al solito con il detersivo.

Inoltre, per il lavaggio e lo sbiancamento sono adatti sapone di Marsiglia, acido borico, sale da cucina, aspirina, ecc. E tu usi qualcosa di questa lista?

Se questo articolo ti è stato utile, assicurati di salvarlo. E condividilo con i tuoi amici!

Fonte: Marina Zhukova / YouTube

via Fabiosa