Che cosa c’è all’interno di un brufolo? La risposta è peggio di quanto si pensi. In quella sostanza bianco giallastro c’è un cocktail di batteri, cellule morte della pelle, globuli bianchi e la difesa per il sebo. Tutto questo insieme è la ricetta perfetta per un’infezione.

In ogni poro della pelle ci sono sacche chiamate ghiandole sebacee che producono sebo che lubrifica i capelli e tutto il corpo. Il problema è che il grasso è anche una fonte di energia per un tipo di batterio chiamato Propionibacterium acnes , che vive in armonia con il nostro corpo, senza causare grossi problemi.

I problemi di acne sorgono quando le ghiandole sebacee iniziano a produrre sebo in eccesso, normalmente nell’età della pubertà. Questo sebo supplementare può ostruire i pori, ed è visto come una festa per i batteri. Con più alimento, questi batteri aumentano anche in modo incontrollabile.

Questo fa sì che il sistema di difesa del corpo va in allerta, identificando l’infestazione di batteri come una minaccia. Per risolvere il problema, il corpo invia i globuli bianchi nella zona per combattere il gruppo di batteri. Di conseguenza, l’area si infiamma, e la superficie della pelle diventa gonfia e rossa.

Cercando di spremere il brufolo si apre un canale di comunicazione tra la zona infetta e le tue dita. Con le dita contaminate, si finisce per peggiorare le altre zone della pelle che in origine erano calme, e nuovi batteri che erano già nelle vicinanze  entrato nel piccola ferita del brufolo, peggiorando l’infezione.

Così la prossima volta che si preme un brufolo, ricordati che si tratta di una diga naturale per contenere i batteri isolati in quel punto, senza infettare nuovi pori.

Dermatologi ed estetiste addestrati possono trattare tranquillamente il viso. Per cominciare, usano guanti e materiali sterili , nonché prodotti e tecniche che permettono l’estrazione meno traumatica per la pelle. L’opzione migliore, se possibile, è quella di lasciare il trattamento del viso ai professionisti.

Se il caso è grave, è necessario consultare un dermatologo, che può nominare un trattamento adeguato e agli antibiotici specifici o farmaci ancora più forti. [ Business Insider ]

Fonte: hypescience.com