Probabilmente non avete mai fatto caso a quei puntini neri negli angoli dei finestrini delle macchine. Certamente hanno un non so che di stiloso, ma a cosa servono esattamente?

Apparentemente, le linee nere sui parabrezza e sui finestrini, così come i puntini che li circondano, non sono lì per puro scopo decorativo. Sono direttamente legati al processo di produzione dei finestrini delle automobili. Negli anni ’50 e ’60’, i produttori di automobili iniziarono a utilizzare la tecnica di incollare i finestrini anziché rifinirli col metallo. La colla sigillante che veniva utilizzata era ottima per il suo scopo, ma non era esteticamente piacevole. I produttori di automobili trovarono un modo per risolvere questo problema e iniziarono a usare quelli che vengono chiamati “frits”, del materiale nero lungo gli angoli del vetro e i puntini che lo incorniciano fatti di pittura per ceramica. Lo scopo dei frits è quello di nascondere l’inguardabile ma insostituibile e duratura colla che viene utilizzata nel processo manifatturiero. Siccome il materiale applicato al vetro è cotto al forno, è quasi impossibile rimuoverlo. Crea una protezione aggiuntiva per la colla sigillante e mantiene il vetro al suo posto.

Per quanto riguarda i puntini, sono applicati al vetro per creare una transizione armoniosa tra le dure strisce nere e il vetro trasparente, dandogli un’apparenza più gradevole all’occhio. E la posizione dei puntini non è a caso, sono sistemati nel cosiddetto “motivo a mezzatinta,” diminuendo in numero man mano che si allontanano dai frits. Questo motivo graduale non dà così tanto all’occhio come le dure strisce nere sul vetro trasparente. Ma i puntini non hanno solo uno scopo estetico. Un altro motivo della loro presenza è quello del controllo della temperatura. Già che il vetro nero si surriscalda più velocemente rispetto a quello trasparente, i puntini aiutano a distribuire il calore in modo omogeneo e ad evitare che il parabrezza si curvi nelle giornate più calde.

Himchenko.E / Shutterstock.com

Inoltre, la colla sigillante utilizzata dai produttori per assemblare i finestrini, quando è esposta ai raggi ultravioletti perde le sue proprietà. I frits aiutano anche a proteggere la colla dagli effetti dannosi della luce del sole e a prevenirne la degradazione.

Bene, ora sapete il motivo perché vengono applicati ai finestrini delle automobili. Come potete vedere, i produttori delle automobili non sono interessati solamente al piacere estetico del loro prodotto, ma anche ad assicurarsi che i proprietari delle automobili siano il più sicuri possibile.

Fonte: Fonte: Jalopnik

via Fabiosa