La metamedicina cerca di trovare le ragioni emotive e psicologiche che causano dolore fisico e malattie ed asserisce che ognuna delle condizioni di cui soffriamo proviene da emozioni nascoste nel nostro profondo. Quindi, quando comprendiamo ciò che sentiamo, possiamo guarire.

Esistono sei tipi principali di dolore che sono direttamente collegati alle emozioni; impara a conoscerli e distinguerli per poterli curare, guarendo per prima cosa la mente.

1. Mal di testa.

Il mal di testa significa che qualcosa ti sta travolgendo oppure sei molto stressata sul lavoro e nella sfera personale. Hai bisogno di localizzare da dove provengono le tue preoccupazioni e lo stress per lavorarci in modo che i mal di testa possano scomparire alla radice.

2. Lombalgia.

Quando la parte inferiore della schiena fa male, emotivamente significa che hai problemi di rabbia o ira, ma il dolore può anche essere dovuto ad altri problemi, come insoddisfazioni sul lavoro o nella vita personale.

3. Mal di schiena nella parte alta o centrale.

Quando ti fa male la schiena, provi ansia o hai difficoltà a dormire, significa che hai molta paura del futuro o che non sei sicuro che le cose in futuro andranno per il verso giusto.

4. Dolore al collo.

Quando è il collo a farti male, significa che senti che la tua vita è fuori controllo. Potresti avere un sacco di debiti, problemi di coppia e di lavoro allo stesso tempo. Devi concederti una pausa e capire che tutto passa e che è meglio risolvere una cosa alla volta.

5. Dolore inspiegabile alle articolazioni.

Quando il dolore riguarda le articolazioni, significa che ti stai aggrappando a una situazione che deve cambiare. Non è positivo andare contro il cambiamento, dobbiamo fluire e capire che tutto è in movimento e nulla rimane uguale per sempre.

6. Dolore alla spalla.

Se le spalle ti fanno male e hai la sensazione di avere parecchio peso addosso, significa che ti stai facendo carico delle emozioni delle altre persone facendole tue. Devi pensare di più a te stesso e anche se i problemi degli altri ti preoccupano, cerca di comprendere che non puoi risolvere la vita di tutti.

Non dimenticare che le emozioni provocano effetti a “valanga” che alla fine innescano dolore fisico. È come un effetto domino; un’emozione porta ad un’altra e quella ad un’altra ancora e così via fino a che finiscono per opprimerti totalmente e si trasformano in una malattia. Le emozioni da sole sono normali nella nostra vita quotidiana, non sono né buone né cattive. Ad esempio, essere arrabbiato può essere parte del processo iniziale che ti serve per creare cambiamenti positivi rispetto a ciò che ti infastidisce.

I problemi non sono dati dall’esistenza di un’emozione in sé, ma nascono perché ignoriamo quelle emozioni facendole accumulare e aumentare fino a che non diventano eccessive e colpiscono gli organi, causando un totale squilibrio all’interno del nostro corpo.

Fonte: Goop

via Fabiosa

Questo articolo ha scopi puramente informativi. Prima di utilizzare le informazioni presentate, consultare uno specialista certificato. L’utilizzo delle informazioni sopracitate può risultare nocivo per la salute. Il comitato editoriale non garantisce alcun risultato e non si assume alcuna responsabilità per eventuali danni o conseguenze che possano risultare dall’utilizzo delle informazioni fornite.