Finalmente una splendida notizia: un’altra battaglia contro il terribile cancro è stata vinta, e il nostro campione è un piccolo guerriero!

Stiamo parlando del giovane Noah, il figlioletto del cantante canadese famoso per la sua voce magnetica e le melodie incantevoli.

Michael ha vissuto un vero e proprio dramma infernale e lo racconta in un’intervista piena di sollievo e nuova speranza, come si può leggere su Digitalspy.

Non c’è niente di peggio per un genitore che vedere minacciata la vita di un figlio ancora piccolo da tanto dolore e sofferenza. E Infatti Michael racconta che ha vissuto un nuovo aspetto della realtà, e non è stato affatto piacevole:

Pensavo di avere una buona visione della realtà, ma d’improvviso c’è stata tanta chiarezza. Ero seduto nella stanza dell’ospedale e ho pensato come facessi ad essere preoccupato per dei premi o per la vendita dei dischi.

LEGGETE ANCHE: “Voglio tornare a fare la modella” Brigitte Nielsen, madre a 55 anni è più in forma che mai!

E continua:

Io e la mia famiglia siamo scesi all’inferno e adesso non ho più paura.

Michael stava per lasciare tutto, sconfortato dalla tremenda situazione, non riusciva a pensare che ai suoi cari e al loro destino:

Non ero certo di tornare a fare musica. In quei momenti capisci che la famiglia è più importante.

Al piccolo Noah, due anni fa, era stato infatti diagnosticato un cancro allo stomaco. Una malattia terribile per un bambino così piccolo. Ma per fortuna il bambino ha combattuto coraggiosamente, e ha vinto una grande guerra per la vita:

Il cibo non è mai stato così buono, la musica così melodica, mi sono innamorato di nuovo di mia moglie e tutto ha un significato diverso.

La vita ha ripreso a scorrere in maniera più serena, e la paura più grande per un genitore è stata accantonata per lasciare spazio alla gioia:

Ora Noah dovrà fare dei controlli regolari e periodici, ma l’arrivo della piccola Vida ci ha dato un senso di sollievo e positività. Siamo talmente felici che credo non ci fermeremo qui.

Bublè ha compiuto 43 anni pochi giorni fa, il 9 settembre, e ha potuto godersi i festeggiamenti che sono stati doppiamente pieni di sollievo e felicità, perchè padre e figlio hanno potuto celebrare la vita insieme, senza più le terribili ombre della malattia.

via Fabiosa