È morta Sara Francesca Basso, la ragazzina di 13 anni di Frosinone, che ieri è stata aspirata dal bocchettone della piscina al Virgilio Grand Hotel di Sperlonga.

La giovane era in vacanza con i genitori. Il dramma è accaduto nel pomeriggio di ieri. La ragazza, soccorsa in gravi condizioni, è deceduta nella notte in ospedale. Sulla vicenda indagano i carabinieri.

Inutile l’estremo tentativo di un turista americano che ha cercato di di salvarla tirandola con forza a sé, ma Sara Francesca aveva già bevuto troppa acqua.

Seppur tempestivo, l’intervento dei soccorsie i tentativi di rianimarla non sono riusciti ad evitare la tragedia. La 13enne è morta poche ore dopo essere stata elitrasportata al policlinico “Gemelli” di Roma, alle quattro di questa notte per la precisione.

Un episodio terribile che ha messo in moto un indagine da parte dei carabinieri della stazione locale stazione che intanto hanno sequestrato la piscina e il vano pompe.

I militari stanno accertando le cause cercando di comprendere se a contribuire al fatto abbia concorso un eventuale malfunzionamento al sistema delle pompe della piscina dell’albergo.

La salma della ragazzina è a disposizione dell’autorità giudiziaria che ha disposto l’autopsia per chiarire se Sara possa avere avuto un malore prima di annegare.

Fonte: qui