Il sesso orale tra le cause di tumori alla bocca. Non si tratta di una panzana, ma di un allarme lanciato dagli esperti dell’Istituto nazionale dei tumori, secondo cui “ogni anno si registrano 10mila nuovi casi“. Ma ancora oggi il tumore alla bocca è una malattia sottovalutata, tanto che sei pazienti su dieci arrivano alla diagnosi in stato già avanzato. Queste neoplasie si presentano più frequentemente nelle persone sopra i 40 anni, si legge sul Corriere della Sera. Fumo, microtraumi delle mucose, cattiva igiene orale, una dieta povera di frutta e verdura, l’eccessivo consumo di bevande alcoliche e il Papillomavirus ne sono i maggiori responsabili. Il tabacco rappresenta il maggiore e più importante fattore di rischio. Nel dettaglio, si calcola che l’85% dei casi di tumori di questo tipo siano correlati proprio al tabacco. Gli alcolici sono il secondo principale fattore di rischio dopo il fumo. Consumare più di 3 unità alcoliche al giorno per un uomo e più di 2 al giorno per una donna aumenta in modo significativo il rischio di sviluppare un tumore della testa e del collo. L’infezione da papilloma virus umano (o HPV) è attualmente considerata molto importante nella genesi di alcune di queste malattie, specie quelle dell’orofaringe e della bocca. Lo stesso virus, aggiungono, è responsabile dei tumori al collo dell’utero e si ritiene che l’infezione si diffonda tramite rapporti sessuali.