in

Un video ci mostra che “educare non significa riempire la mente ma liberarla dai vincoli”

La linea tra educare e porre limiti è molto sottile, e gli adulti la superano spesso. Pensiamo di dover insegnare tutto ai bambini. È vero che i bambini hanno molto da imparare, ma non possiamo cadere nell’errore di pensare che il nostro modo di fare le cose o di vedere il mondo sia migliore o peggiore, che sia l’unico corretto.
Il ruolo dei genitori e degli insegnanti non è quello di creare copie esatte di se stessi, ma dare ai bambini gli strumenti con i quali sviluppare a pieno il loro potenziale. Educare è sinonimo di arricchire, non di limitare.

Ci sono molti modi per limitare…

Ogni volta che sgridiamo un bambino perché cerca di fare le cose a modo suo e gli insegnamo a farle come noi, pensando che è l’unico modo giusto, stiamo limitando la sua creatività.

Ogni volta che sgridiamo un bambino perché ha commesso un errore, generiamo in lui la paura del fallimento e gettiamo le basi di un’autostima negativa.

Ogni volta che etichettiamo un bambino gli togliamo un pezzettino della sua personalità, limitandola alle aspettative degli altri, rinchiudendola in una scatola sempre più piccola.

Ogni volta che pretendiamo che un bambino segua i nostri passi, perché pensiamo che sia meglio per lui, gli strappiamo la possibilità di sognare e di perseguire i propri obiettivi.

Questo fantastico video dal titolo “A cloudy lesson” si trasforma in una ottima lezione per gli adulti. Il video è stato realizzato nel 2010 dal regista Yezi Xue e dura appena due minuti. È fatto molto bene, ed è una storia straordinaria ispirata al rapporto tra un nonno e suo nipote.

Tre importanti lezioni che possiamo imparare

1. Non esiste un modo giusto di fare le cose.

 Tutti dovrebbero sperimentare da soli e trovare il modo in cui si sentono più a loro agio e che meglio rispecchia il loro modo di essere. Ciò è particolarmente importante nel caso dei bambini, perché posseggono una creatività sorprendente e, se la limitiamo, sarà molto difficile farla riaffiorare. Possiamo insegnare loro le note musicali, ma dovremmo lasciare che siano loro a comporre la melodia.

2. Dagli errori possono nascere grandi cose.

 Gli errori sono parte del processo di apprendimento, quindi non dobbiamo temerli né trasmettere ai bambini un’idea negativa al rispetto. Per esempio, sapevate che i raggi X, la penicillina e il grafene, tra le molte altre invenzioni, sono stati tutti scoperti per errore o per semplice coincidenza? Invece di prevenire e punire gli errori, dobbiamo incoraggiare i bambini a imparare da loro e cercare di scoprirne il lato positivo. Inoltre, si tratta anche di un ottimo esercizio mentale.

3. Il sostegno è fondamentale.

 Se il nonno del video avesse rimproverato suo nipote e non lo avesse motivato a fare nuove nubi, il bambino avrebbe vissuto questa esperienza come un fallimento che, probabilmente, avrebbe segnato la sua vita per sempre, generandogli il senso di colpa. Tuttavia, l’appoggio, la fiducia e l’amore cambiano tutto.

via Angolo della Psicologia

Volete vivere meglio? Cancellate dalla vostra vita chi vi toglie il sorriso…

10 lezioni di vita che possiamo imparare dagli alberi