Anche se la medicina ha risposto a molte domande, ci sono molti altri fenomeni che necessitano ancora di una spiegazione. Uno di questi è il virus Bourbon.

Si tratta di una condizione molto pericolosa che è stata scoperta solo di recente, quando nel 2014 provocò la morte di un uomo che viveva nella contea di Bourbon, negli Stati Uniti, e da lì il suo nome.

sruilk / Shutterstock.com

I medici devono ancora capire come si verifica questo virus come curarlo. Un’altra delle sue vittime è stata una donna di 58 anni di nome Tamela Wilson.

WKRG / YouTube

Lo scorso maggio, Tamela era al lavoro quando si rese conto che c’erano due zecche attaccate alla sua pelle; le tolse facilmente e ci non pensò più. Tuttavia, in seguito cominciò a sentirsi poco bene.

Anastazzo / Shutterstock.com

Volendo capire cosa stava succedendo, Tamela si fece visitare da un medico, ma le fu detto che aveva un’infezione alle vie urinarie e le furono prescritti degli antibiotici. Le medicine non migliorarono la situazione e con il passare dei giorni Tamela continuò a peggiorare.

WKRG / YouTube

La figlia di Tamela, Wilson, ha spiegato alla CBS News che le cose peggiorarono molto velocemente al punto che la madre non riusciva nemmeno a rispondere al telefono; la sua famiglia cercava di mettersi in contatto con lei perché non avevano avuto sue notizie ma l’infezione l’aveva ormai immobilizzata.

WKRG / YouTube

Tamela venne finalmente ricoverata in ospedale ma i medici non riuscivano a comprendere il perché di questo improvviso crollo fisico; dissero che le sue condizioni cliniche erano un “mistero”. Vennero eseguiti numerosi test, invano. Tamela continuò a perdere le forze finché il 23 giugno 2017 morì.

WKRG / YouTube

Steven Lawrence, un medico specializzato in malattie infettive presso l’Università di Washington, è colui che, almeno in parte, ha dato alla famiglia di Tamela la risposta che stava cercando: la donna era morta a causa del virus Bourbon e si sospettava che le fosse stato trasmesso da zecche o insetti.

WKRG / YouTube

Anche se ora può dare un nome alla malattia, la comunità medica non può ancora spiegare il perché questi insetti facciano ammalare alcune persone e al momento non ci sono cure.

L’unico modo per proteggersi è indossando pantaloni e maglie a maniche lunghe quando si è all’aperto e usare un forte repellente per insetti.

Albina Glisic / Shutterstock.com

I sintomi del virus Bourbon comprendono affaticamento, mal di testa, febbre, dolori muscolari e articolari, nausea, vomito, diarrea, rash cutaneo sull’addome, sul torace e sulla schiena.

Fonte: TODAY

via Fabiosa


Questo articolo ha scopi puramente informativi. Non utilizzare automedicazioni e, in ogni caso, consultare sempre un professionista sanitario qualificato prima di utilizzare qualsiasi informazione presentata nell’articolo. Il comitato editoriale non garantisce alcun risultato e non si assume alcuna responsabilità per eventuali danni che possano risultare dall’utilizzo delle informazioni fornite in questo articolo.